Buoni esempi

Già da molti anni l'Alto Adige ha da anni messo in atto una precisa politica energetica che la rende una vera e propria Green Region. Un buon esempio a livello nazionale è Varna, un piccolo Comune nei pressi di Bressanone (Bolzano) in grado di coprire l'intero fabbisogno energetico delle famiglie residenti attraverso cinque diversi impianti di fonti rinnovabili. Gli impianti fotovoltaici installati sono 66, per complessivi 3,3 MW, e sono attivi anche un piccolissimo impianto mini idroelettrico da 70 kW e un impianto a biogas da 1.140 kW. L'energia termica viene invece prodotta attraverso un impianto a biomasse da 6.500 kW e distribuita attraverso una rete di teleriscaldamento.

“La Provincia di Bolzano è una realtà assolutamente interessante che in questi anni ha messo in campo le più efficaci e ambiziose politiche e ha disegnato la più chiara prospettiva di innovazione con l‘obiettivo di uscire dalle fonti fossili” si legge nel rapporto Comuni Rinnovabili 2012 di Legambiente.

L’obiettivo dichiarato dell’Alto Adige è infatti quello di arrivare entro il 2015 al 75% della copertura dei fabbisogni complessivi, e di continuare in questa direzione fino al raggiungimento dell’autosufficienza energetica grazie all’uso congiunto di fonti rinnovabili nel 2050.

Gli importanti risultati ottenuti dalla Provincia sono chiaramente visibili nella classifica dei “Comuni 100% Rinnovabili”, nella quale, su 23 Comuni, ben 16 si trovano in Alto Adige e, di questi, 3 sono entrati a farne parte proprio in questo ultimo anno. Il 100% dei Comuni altoatesini possiede impianti fotovoltaici, per una potenza complessiva di oltre 178,3 MW, in grado di soddisfare il fabbisogno elettrico di circa 96,2 mila famiglie, pari al 56,8% circa delle famiglie residenti nella Provincia. Sempre nel campo della produzione di energia elettrica, un importante contributo viene dal mini idroelettrico che grazie ai 475 MW presenti in 96 Comuni della Provincia, soddisfa il fabbisogno di oltre 700 mila famiglie. Tra le esperienze più interessanti ci sono sicuramente i 68 (su 116) Comuni in cui sono distribuiti altrettanti impianti di teleriscaldamento alimentati da biomasse di origine locali, in grado di soddisfare il fabbisogno termico di oltre il 30% delle famiglie residenti.

 
© 2016 IDM Südtirol - Alto Adige I Part. IVA IT 02521490215 | Fondo di dotazione 5.000.000 €