Melancholia

Quando una ventunenne pubblica il suo primo romanzo, in gran parte scritto quattro anni prima, i critici sono pronti all’attacco. Al proprio debutto la Galvagni, celebrata come la bambina prodigio della letteratura tedesca, viene insignita del Premio letterario Rauriser. Oggi, ritiratasi dalla scena letteraria, vive e fa il medico a Parigi.

Melancholia racconta la storia di una ragazza, costellata di riferimenti autobiografici, che cerca di trovare in questo mondo il posto che le spetta. La malattia del padre e la tensione nel rapporto con la madre fanno muovere Bettina, la protagonista, in un’atmosfera di malattia, dolore, letteratura, disperazione e ricordi.

Il lettore viene attirato nella vita di una liceale psicolabile, anoressica, completamente alienata dalla vita quotidiana a causa del continuo rapporto con la malattia e della guerra con il proprio corpo: solo di rado i genitori, i medici, le compagne di scuola o gli insegnanti riescono a farsi strada nella bolla di sapone in cui vive. Degna di nota è comunque la conoscenza degli abissi umani e dei nessi spirituali che Bettina possiede, conoscenza che ci si aspetterebbe da una persona molto più matura.

Fonti
Titolo: Melancholia
Autore: Bettina Galvagni
Anno di pubblicazione: 1997
Casa editrice: Residenz
Codice ISBN: 978-3701710683

 
© 2016 IDM Südtirol - Alto Adige I Part. IVA IT 02521490215 | Fondo di dotazione 5.000.000 €