Wir gingen – Ce n’andammo

Nel suo romanzo più conosciuto pubblicato nel 1982, Die Walsche (ed. ital. Lontano), il plurinsignito altoatesino descrive il rapporto di tensione esistente tra gli abitanti della propria regione e gli Italiani, raccontando il destino di una giovane donna, abitante di un paesino di montagna, che, pur appartenendo a due mondi diversi, non riesce a sentirsi a casa in nessuno dei due.

Nel 2004 viene pubblicato Wir gingen (ed. ital. Ce n’andammo), una specie di cronaca familiare che tuttavia si estende ben oltre questo genere letterario. La famiglia dell’autore vive a Merano, sono già vent’anni che l’Alto Adige appartiene all’Italia, i fascisti governano il Paese e Hitler e Mussolini hanno trovato un accordo su quella che sarà la soluzione finale del problema altoatesino: a ogni cittadino “sarà consentito” di decidere se rimanere in Alto Adige e prendere contemporaneamente la cittadinanza italiana o conservare la lingua madre ed emigrare nel Reich tedesco. Come quasi tutti gli altoatesini, anche gli Zoderer scelgono l’ultima “opzione”: Joseph, il figlio, racconta della ricerca di una propria identità, alla quale riuscirà ad approssimarsi grazie ai ricordi appartenenti al suo passato più recente, e il tramite sarà il dialogo col fratello.

Fonti
Titolo: Wir gingen
Autore: Joseph Zoderer
Anno di pubblicazione: 2004
Casa editrice: Edition Raetia
Codice ISBN: 978-8872832172

 
© 2016 IDM Südtirol - Alto Adige I Part. IVA IT 02521490215 | Fondo di dotazione 5.000.000 €