Riprese con i droni

Da marzo 2014 in Italia è presente una nuova legge che riguarda le riprese effettuate con i droni, meglio definiti sistemi aeromobili a pilotaggio remoto (SAPR).

Al fine di determinare i requisiti da soddisfare per operare e le diverse modalità di accesso allo spazio aereo, il regolamento suddivide i sistemi aerei a pilotaggio remoto in due categorie di peso:

  • minore di 25 kg 
  • superiore o uguale a 25 kg

Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto con mezzi aerei di massa massima al decollo minore di 25 kg

Per quanto riguarda i mezzi del segmento inferiore, utilizzati in operazioni di volo non critiche, è stato introdotto il concetto di “autocertificazione”. Per tale tipo di operazioni, la responsabilità è lasciata all'operatore che valuta la criticità e l'idoneità del sistema. In questo caso bisogna per esempio escludere che si possano causare danni a terzi.

Va presentata tuttavia una certificazione del drone da parte dell'ENAC (Ente Nazionale dell'Avizione CIvile). Essa va richiesta una tantum ed è valida per tutti i voli non critici. Poiché il rilascio di questa certificazione richiede un certo tempo, l'operatore deve rivolgersi all'ENAC di Roma (di seguito ne sono indicati i contatti) il prima possibile.

Alla richiesta di certificazione vanno allegati i seguenti documenti:

  • Dichiarazione di conformità che descriva il sistema aeromobile e le sue caratteristiche nonché le prestazioni tali da garantirne un impiego sicuro
  • Descrizione dell’impiego del drone
  • Valutazione del rischio legato all’utilizzo del drone
  • Manuale di volo del drone

Le operazioni classificate come critiche devono invece essere autorizzate dall’autorità italiana per l’aviazione ENAC (Ente Nazionale dell’Aviazione Civile). Sono considerate operazioni critiche ad esempio i voli sopra zone abitate o edificate nonché zone fortemente trafficate, stazioni, infrastrutture industriali, gruppi di persone, paesi o strade, eventualità che si verificano spesso nel caso di riprese. In questo caso va richiesto un permesso per ciascun utilizzo del drone in zone critiche. Purtroppo la procedura presso l'ENAC è molto lunga, non sempre i tempi richiesti possono essere presi in considerazione dalle produzioni cinematografiche. Anche per questo tipo di operazioni si consiglia alle case di produzione di rivolgersi a un operatore quanto prima possibile, cosicché possa essere richiesto il permesso. In questo momento l'ENAC si occupa soprattutto di richieste di aziende italiane, per cui si consiglia vivamente alle case di produzione straniere di rivolgersi ad aziende italiane.

Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto con mezzi aerei di massa al decollo massima maggiore o uguale a 25 kg

Per i sistemi aeromobili a pilotaggio remoto di peso superiore ai 25 kg, invece, è sempre prevista una certificazione del mezzo aereo e una autorizzazione all'operatore aereo da parte dell’ENAC, indipendentemente dalla criticità delle operazioni di volo. Per tali mezzi, infatti, si mantiene la stessa tipologia di regolamentazione in uso per gli aeromobili tradizionali, e sono pertanto richieste sia la certificazione di aeronavigabilità che l’autorizzazione all'impiego.

Se i droni compresi di camera presentano un peso maggiore di 25 kg, deve in ogni caso essere concessa l’autorizzazione e la verifica del sistema aeromobile da parte dell’ENAC, a condizione che le riprese avvengano sul territorio italiano. In questo caso non si tratta solo di una semplice autorizzazione alle riprese, ma anche della verifica e della certificazione del drone e del pilota od operatore. Le autorizzazioni concesse da enti non italiani non sono ammesse. inoltre chi pilota il drone deve essere in possesso di una licenza di volo.

Richiedere questo tipo di permesso è molto complicato, poiché esso equivale all'autorizzazione di volo per piccoli velivoli. Si tratta di un permesso estremamente dispendioso e richiede molto tempo. Per le riprese si consiglia quindi l'utilizzo di dorni e telecamere di peso inferiore ai 25 kg. Al momento sul territorio altoatesino non sono presenti operatori in possesso del permesso per dorni di peso superiore ai 25 kg. 

La BLS può fornire informazioni circa le ditte che offrono droni certificati di peso inferiore ai 25 kg in Alto Adige.

Le richieste di autorizzazione possono essere indirizzate all’ufficio dell’ENAC - Direzione Centrale Regolazione Tecnica a Roma al seguente indirizzo email: apr@enac.gov.it

Informazioni e consulenza sul tema possono essere ottenute anche presso l’ufficio dell’ENAC a Bolzano (Manfred Mussner).

ENAC Bolzano
Aeroporto Bolzano
Via Francesco Baracca 1
39100 Bolzano
Tel. +39 0471 252777
m.mussner@enac.gov.it

 
© 2016 IDM Südtirol - Alto Adige I Part. IVA IT 02521490215 | Fondo di dotazione 5.000.000 €