Un casting inconsueto: la Mitteleuropa incontra il Mediterraneo

Nella provincia autonoma – la prima d’Italia per superficie – vivono circa 500.000 persone. La mescolanza è forte non solo nel territorio ma anche nella comunicazione: il 64% degli abitanti parla tedesco, il 25% italiano e circa il 4% ladino. Quest’ultimo (una lingua preromanza) è diffuso soprattutto nelle valli più alte e fra le cime dolomitiche. Indipendentemente dal motivo del vostro viaggio in Alto Adige, che sia d’affari o di piacere, sarete piacevolmente colpiti dalle capacità linguistiche dei suoi abitanti. Gran parte degli altoatesini parla infatti almeno due lingue. A scuola, tutti studiano la lingua dell’altro gruppo (tedesco o italiano), oltre all’inglese, che è materia obbligatoria ed è parlato fluentemente soprattutto dalle nuove generazioni. Una flessibilità linguistica evidente anche nelle infrastrutture provinciali, visto che tutti i cartelli stradali e gran parte delle indicazioni sono stampati in tedesco e italiano, oltre che in ladino nelle valli ladine. Una lingua è sempre espressione di uno stile di vita, soprattutto in Alto Adige. Qui, a sud del crinale alpino principale, trovano da sempre posto e legittimazione diverse culture e stili di vita. Grazie alla particolare storia locale e alla consolidata tradizione turistica, gli altoatesini vantano una grande esperienza nei rapporti e nella collaborazione con persone di altri paesi e culture. Un piccolo territorio che vi regalerà scorci e panorami davvero unici in tutta Europa.

 
© 2016 IDM Südtirol - Alto Adige I Part. IVA IT 02521490215 | Fondo di dotazione 5.000.000 €